Centro Provinciale Istruzione Adulti

LA SPEZIA

Prot. n. 881

PREMESSA

Il Comitato di valutazione dei docenti del CPIA La Spezia, riunitosi per individuare i criteri di valorizzazione sulla base di quanto previsto nella norma (L.107/2015 art. 1 comma 129 punto 3), nella prospettiva di un’applicazione inclusiva e motivante, ha scelto di declinare, per ogni area proposta, i seguenti criteri, formulandoli nel modo il più possibile analitico e chiaro, pur nella consapevolezza della difficoltà ad ottenere indicatori rigorosamente rilevabili e misurabili. Il Comitato stabilisce che l’importo del bonus sarà determinato sulla base del numero complessivo dei docenti aventi diritto, in forma totale o parziale e che l’accesso ad esso sarà valutato attraverso una scheda ad uso della Dirigente scolastica che preveda quanto segue:

  1. Il raggiungimento di circa i 2/3 dei criteri esplicitati di seguito in ogni area (10

punti area 1; 4 punti area 2; 4 punti area 3); 2. L’elargizione dello stesso anche in quota minore: 50% per il raggiungimento della metà + 1 di quanto al punto 1( 6 punti area 1; 3 punti area 2; 3 punti area 3); 30% per il raggiungimento di 1/3 +1 (4 punti area 1; 2 punti area 2; 2 punti area 3).

Naturalmente, il bonus è soggetto ai soliti obblighi di informazione preventiva, per quanto riguarda la sua quantificazione totale nell'ambito della scuola, di informazione successiva per quanto riguarda i soli nominativi dei docenti che lo avranno percepito.

La Commissione ritiene sia importante dare massima visibilità ai criteri individuati poiché gli stessi costituiscono motivo di riflessione e di stimolo ad un processo di miglioramento e per la qualità della scuola.

Indicatore A : QUALITÀ DELL’INSEGNAMENTO E CONTRIBUTO AL MIGLIORAMENTO DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA E DEL SUCCESSO FORMATIVO E SCOLASTICO DEGLI STUDENTI

A.1 Qualità dell’insegnamento

Il Docente:

  • è disponibile ad effettuare supplenze e carichi di lavoro particolarmente disagiati per esigenze organizzative e didattiche;
  • predispone occasioni comunicative che favoriscono la ricerca e la negoziazione;
  • informa i corsisti e/o i genitori dei minori , e si confronta con essi in modo propositivo, assertivo e collaborativo;
  • cura la propria formazione continua, mantenendo il sapere disciplinare e didattico aggiornato in relazione alle nuove acquisizioni della ricerca, tenendo conto delle linee del PTOF e dell’impianto progettuale dell’Istituzione;
  • conosce e utilizza le ICT nella didattica;
  • si assume un carico di lavoro che comporta notevoli orari suppletivi rispetto il proprio, con impegni quali :interviste, elaborazione dossier, patti formativi881
  • cura efficacemente la documentazione didattica esplicativa delle innovazioni praticate;

A.2 Apporto al miglioramento dell’istituzione scolastica

Il Docente:

  • supporta il dirigente scolastico nell’agire quotidiano con impegni supplementari a quelli già definiti per ruoli ed incarichi,
  • partecipa attivamente ad azioni di sistema decise dalla scuola (progettazione, pianificazione, azioni per l’innovazione, ecc.);
  • partecipa attivamente all’elaborazione del PTOF;
  • contribuisce a rendere efficace il lavoro del proprio team/Consiglio di classe/interclasse/Collegio docenti; si preoccupa delle modalità di diffusione delle informazione relative alle decisioni prese;
  • lavora in gruppo (coopera, comunica, coordina) dentro la scuola, tra scuole, e in rapporto con il territorio, con i propri colleghi e con le altre figure professionali, ma anche con le famiglie e le loro forme associative, i presidi interessati a percorsi di formazione di inclusione,al fine di supportare il miglioramento dell’istituzione scolastica;
  • attua percorsi di verticalità e continuità tra le istituzioni scolastiche di I e II livello,con i componenti della rete, curando la relazione e collaborazione con i colleghi;

A.3 Miglioramento del successo formativo e scolastico degli studenti

Il Docente:

  • è in grado di svolgere ricerca-azione con i colleghi, costruendo con essi una comunità professionale che si propone di migliorare e innovare costantemente le proprie pratiche professionali per il successo formativo degli alunni;
  • costruisce/utilizza ambienti di apprendimento innovativi ed efficaci;
  • coinvolge gli studenti nella riflessione sul proprio rendimento (impostazione di una didattica meta cognitiva e inclusiva);

Indicatore B: RISULTATI OTTENUTI DAL DOCENTE O DAL GRUPPO DI DOCENTI IN RELAZIONE AL POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE DEGLI ALUNNI E DELL’INNOVAZIONE DIDATTICA E METODOLOGICA, NONCHÉ ALLA COLLABORAZIONE ALLA RICERCA DIDATTICA, ALLA DOCUMENTAZIONE E ALLA DIFFUSIONE DI BUONE PRATICHE DIDATTICHE

B.1 Risultati ottenuti dal docente/i in relazione al potenziamento delle competenze degli studenti e dell’innovazione didattica e metodologica

  • dal confronto tra la valutazione di inizio e quella di fine percorsi, si registra una curva positiva nella percentuale di studenti con risultati di apprendimento migliorati;
  • dal confronto tra i risultati (certificazioni e superamento test) si registra una media delle performances in miglioramento;
  • gli studenti hanno acquisito particolari competenze per effetto di speciali attività laboratoriali e/o di progetto;

B 2. Collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche

Il Docente:

  • ottimizza l’esistente anche in termini di spazi, risorse umane, sussidi e apprezza l’originalità delle proposte altrui;
  • utilizza strumenti necessari all’arricchimento delle conoscenze culturali e professionali e sa esplicitare le proprie pratiche metodologico-didattiche e le teorie di riferimento;
  • documenta la propria ricerca/esperienza e conosce le risorse e sa condividerla con i colleghi;
  • partecipa e condivide collegialmente le buone pratiche didattiche e le attività volte al miglioramento dell’Istituto

Indicatore C: ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ NEL COORDINAMENTO ORGANIZZATIVO E DIDATTICO E NELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE

C1. Responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico

Il Docente:

  • assolve con competenza compiti specifici e incarichi di responsabilità all’interno dello staff di presidenza, svolgendo efficacemente funzioni gestionali nell’ambito dell’Istituto, oltre ad incarichi assegnati;
  • coordina in modo proficuo e condiviso il lavoro del proprio team/Consiglio di classe/interclasse/dipartimento disciplinare, gruppo o commissione di lavoro;
  • organizza e cura le riunioni d’informazione all’interno della scuola;
  • interagisce con l’ambiente esterno e raccorda le finalità formative tra scuola e territorio e soprattutto nell’ambito delle reti;

C2. Formazione del personale

Il Docente:

  • collabora al processo di autovalutazione e coordina la ricognizione dei bisogni e l’organizzazione di percorsi formativi interni;
  • sostiene le azioni formative dei piani operativi nazionali (PON) e del piano nazionale scuola digitale PNSD

La Spezia, 24 giugno 2016 Il comitato di valutazione

Loretta Pieri

Maria Emmanuele

Giulia Festa

Christine Yeung

De Los AngelesRuiz Carranza Debora